È nato un Botticelli

Da oggi ci sono due Madonna della Melagrana. Nella collezione d’arte del magnate dei diamanti Julius Wernher è stata ritrovata una copia più piccola dell’opera, conservata agli Uffizi di Firenze. Dopo un’attenta pulitura e un’analisi ai raggi X, gli esperti del British Heritage, consigliere legale del governo inglese sul patrimonio storico, hanno confermato che l’opera risale al XV secolo ed è da attribuire allo studio del maestro fiorentino. « Ho notato subito che il quadro aveva una somiglianza straordinaria con il lavoro di Botticelli, stilisticamente era troppo simile per essere un’imitazione» ha detto Rachel Turnbull, conservatrice capo dell’English Heritage alla Cnn.

Di casi simili il mondo dell’arte ne è pieno. Falsi che sembrano autentici, o autentici che sembrano falsi. Riassumiamo i tre casi più importanti:

Pietro Luridiana, Michele Ghelarducci e Francesco Ferrucci, i tre ragazzi protagonisti dello scherzo
  • Le teste di Modigliani: Nel 1984 Livorno festeggia il centenario della nascita del noto scultore Amedeo Modigliani con una mostra a Villa Maria. A luglio la “casualità” riporta alla luce dal fondale del Fosso Reale non una, non due ma ben tre teste di Modigliani. Subito esposte a Villa Maria, grazie anche all’avvallo del noto critico d’arte Giulio Carlo Argan, solo dopo qualche giorno si scoprì che due delle tre erano frutto di una provocazione da parte dell’artista Angelo Froglia. La terza, uno scherzo fatto da tre ragazzi che avevano usato cacciavite, martello e un trapano elettrico, il Black and Decker. Una figuraccia clamorosa.
Natura morta con frutta e castagne, Louis Van Gogh
  • Van Gogh born in the USA?: A febbraio gli esperti del Museo Van Gogh di Amsterdam hanno scoperto che a San Francisco il Museo delle Belle Arti ha un Van Gogh originale. Mai incluso nel catalogo, nonostante si pensasse a una possibile paternità del maestro olandese. Inoltre è stato scoperto che sotto Natura morta con frutta e castagne si celava il ritratto di una donna, fatto usuale per Van Gogh che negli ultimi anni di povertà riutilizzava le sue opere.
Il Salvator Mundi, venduto all’asta nel novembre 2017
  • Salvator Trump Mundi: In attesa di nuove notizie sul Salvator Mundi, possibile falso attribuito a Leonardo da Vinci e venduto come tale, nuove teorie si affacciano sulla scena internazionale. Secondo il blog russo Narativ dietro la vendita dell’opera da parte del miliardario Dimitri Rybolovlev ci sarebbe un giro di denaro che coinvolgerebbe anche l’attuale presidente della Casa Bianca, Donald Trump. Sarà vero o sarà falso?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...